Come viene descritto lo scheduler di CPU in sistemi Windows
14 agosto 2013  //  By:   //  Windows  //  1 comment   //   551 Views

Un pò di appunti di sistemi Operativi.

Parliamo di come viene descritto lo scheduling in Windows NT. Esso è di tipo a Feedback con gestione di tipo Round-Robin all’interno di ogni singola coda.

Le code si differenziano in 32 diversi livelli divisi in 2 classi:

  • 0-15 classe Variable
  • 16-31 classe Real-Time

Le priorità sono gestite in modo diverso nelle 2 classi.

Nella classe Real-Time, tutti i thread hanno una priorità fissata che non cambia mai.

Nella classe Variable la priorità del thread è fissata ad un valore iniziale assegnato che può cambiare durante il tempo di vita del thread senza mai scendere al di sotto della sua priorità di base. Es.Un thread a livello di priorità 15 non può passare al livello 16.

La priorità iniziale di un thread nella classe variabile viene determinata dalla priorità base del thread e dalla priorità base del processo, che può assumere un valore compreso tra 0 e 15. Ogni oggetto thread associato ad un processo ha la sua priorità di base che può essere uguale a quella del suo processo, o può differire di 1 o 2 livelli. Un thread Variable scende di livello se consuma tutto il quanto di tempo, mentre sale di un solo livello se non consuma tutto il quanto.

Possiamo dire che tale sistema è poco reattivo in quanto permette di avanzare di un livello alla volta e non permette un cambio repentino di priorità come avviene nei sistemi unix.

About the Author :

BI CONSULTING. Studente di Ingegneria Informatica, Sistemista Linux e appassionato di tutto ciò che sia tecnologico ma soprattutto Open Source. Distro: Debian e Arch LInux. Smartphone: Nexus / Lg G2 Buona Lettura  Visualizza il profilo su Linkedln

1 Comment to “Come viene descritto lo scheduler di CPU in sistemi Windows”

Leave a reply