Imparo a Leggere applicazione Android per l’apprendimento dei bambini
18 marzo 2014  //  By:   //  Android  //  2 Comments   //   1480 Views

Tra le milioni di app a disposizione nello store Android, Imparo a leggere cerca di combinare ad un gioco  coloratissimo e divertente un lavoro di educazione per i più piccoli.

Imparo a leggere è basata sul piano di apprendimento ideato da Maria Montessori per avvicinare i più piccoli al meraviglioso mondo delle parole. Il bambino deve abbinare ad ogni carta illustrata la parola corrispondente e ascoltare il genitore che gliela legge nel modo corretto. Imparare diventa un gioco grazie alle illustrazioni deliziose, alle musiche allegre e ai palloncini da scoppiare tra un esercizio e l’altro.

IAL-MONDO

Il gioco è molto semplice: il bambino deve abbinare la carta illustrata alla parola corrispondente al disegno e, se
l’abbinamento è corretto, ascoltare la parola pronunciata dal genitore che lo accompagna. Con l’aiuto e
l’accompagnamento del genitore, il bambino si esercita poco alla volta ad abbinare immagine, parola scritta e parola
parlata.

IAL-dinosauri

Le carte di imparo a leggere sono divise in sei categorie:

  • Fiori
  • Giochi
  • Numeri
  • Forme
  • Colori
  • Dinosauri

Il gioco parte con una serie di esercizi base per poi aumentare di difficoltà permettendo così un miglioramneto progressivo del bambino.

Imparo a leggere è stata realizzata da MakeItApp,un’ innovativo social network su cui gli utenti (grafici, sviluppatori e esperti in ogni campo) possono realizzare app insieme.

L’app è configurato per Tablet con sistema operativo Android.

E’ possibile trovare informazioni aggiuntive sulla relativa pagina Facebook.

Download Play store

About the Author :

Studente di Ingegneria Informatica Automatica, con una grande passione per la grafica ed i videogames.

2 Comments to “Imparo a Leggere applicazione Android per l’apprendimento dei bambini”
  • Daniela Petroni
    24 marzo 2014 - Rispondi

    Su Focus di questo mese ho letto un articolo molto ben fatto che tratta delle lingue straniere e di quali stratagemmi usare per memorizzarle più facilmente. I ricercatori sostengono che non sempre le lingue si imparano meglio da bambini , anzi da adulti siccome non c’è l’ansia di esprimersi e non si teme il giudizio altrui si è più facilitati. Secondo voi hanno ragione loro o si memorizza e impara più facilmente da piccoli

    • Claudio Segatori
      25 marzo 2014 - Rispondi

      Secondo il mio modesto parere, non essendo un esperto del settore, ritengo l’apprendimento da bambini molto più intuitivo. Da bambini infatti grazie all’aiuto dei propri parenti e delle situazioni di vita quotidiana si riesce ad avere un esercizio costante. Tuttavia questo tipo di apprendimento a volte è anche deleterio, basti pensare ai moltissimi dialetti italiani che a volte tendono a far apprendere al bambino forme grammaticalmente non corrette che difficilmente si riescono a correggere. L’apprendimento i fase adulta invece risulta essere molto più razionale e preciso, tuttavia a volte manca della giusta pratica. Per esperienza personale posso dire di aver conosciuto ragazzi che, trasferiti in Italia da bambini,hanno appreso 3 o 4 lingue con molta facilità. Ciò nonostante con la giusta determinazione ed il costante esercizio qualsiasi persona può apprendere una nuova lingua, indipendentemente dall’età.

Leave a reply